Image Alt

Il Vùlture DOP

La Denominazione di Origine Protetta “Vùlture” è stata istituita nel 2012 ed è riservata esclusivamente all’olio extravergine d’oliva ottenuto dalla frangitura delle olive provenienti per almeno il 60% dalla varietà autoctona “Ogliarola del Vùlture”, protagonista di primo piano nell’olivicoltura della zona.

Accanto ad essa, sono molteplici le varietà che possono intervenire nel blend, da sole o congiuntamente, in misura non superiore al 40%. Non c’è dunque una varietà singola, ma tante differenti varietà da cui il Vùlture Dop è ottenuto, espressione di un vasto patrimonio di risorse genetiche in gran parte autoctone, con l’Ogliarola del Vùlture in primo piano e, a seguire, le cultivar Coratina, Cima di Melfi, Palmarola, Provenzale, Cannellino, Rotondella, Nocellara, la poco conosciuta Ladolia e le più popolari e diffuse varietà Leccino e Frantoio. È la sapiente combinazione di queste molteplici cultivar a conferire agli oli Vùlture Dop un profilo distintivo, caratterizzato da un fruttato medio di oliva matura e da un gusto dolce mandorlato, lievemente amaro con una leggera nota di piccante.